Home » Articoli » Comunicati stampa » Torna al Teatro Pergolesi di Jesi il ricordo di Valeria Moriconi

Torna al Teatro Pergolesi di Jesi il ricordo di Valeria Moriconi

Torna al Teatro Pergolesi di Jesi il ricordo di Valeria Moriconi.
Dal 2 febbraio al 30 aprile in mostra presso la Sala espositiva i costumi teatrali, copioni, quadri, manifesti, foto, elementi scenici e documenti appartenuti alla grande attrice.

Torna al Teatro Pergolesi di Jesi il ricordo di Valeria Moriconi. Una selezione di costumi teatrali, copioni, quadri, manifesti, foto, elementi scenici e documenti appartenuti alla grande attrice – scomparsa nella sua città natale, Jesi, nel 2015 – saranno in mostra presso la Sala espositiva del Teatro Pergolesi. L’inaugurazione venerdì 2 febbraio alle ore 21, in occasione dello spettacolo di apertura del cartellone, “Regalo di Natale” di Pupi Avati; l’esposizione, ad ingresso libero, resterà aperta fino al 30 aprile 2018 in occasione di ogni spettacolo.

I costumi e gli oggetti che furono cari a Valeria sono conservati da alcuni anni presso il Teatro Studio a lei intitolato, in Piazza Federico II, temporaneamente chiuso per lavori di adeguamento alle normative di sicurezza. Nei locali attigui al Teatro ha sede il Centro Studi e Attività Teatrali Valeria Moriconi, istituito dal Comune di Jesi, gestito dalla Fondazione Pergolesi Spontini e inaugurato il 21 giugno 2007. Nel Centro è stato collocato il ricchissimo Fondo documentario di Valeria Moriconi, donato dalle cugine dell’attrice, Adriana e Luciana Olivieri, interamente inventariato e ordinato con il contributo del Rotary Club di Jesi e realizzato con la partecipazione dell’allora Banca Popolare di Ancona.

Il Centro Studi “Valeria Moriconi” resterà fruibile su appuntamento per i numerosi studiosi, registi, operatori, docenti e studenti universitari, museologi e amatori che ogni anno giungono da tutta Italia per consultare il materiale conservato nel Fondo e per approfondimenti relativi a ricerche, tesi di laurea, spettacoli teatrali e pubblicazioni. Ciò fatto salvo il solo periodo di effettiva esecuzione dei lavori nelle sale che ospitano il materiale dedicato all’attrice jesina.

2018-01-31T14:24:56+00:00