Home » Articoli » Comunicati stampa » Roberto Benigni è “Amico della Fondazione Pergolesi Spontini”. «Da qui in avanti sono un amico del ‘Pergolesi’ e un amico di Jesi»

Roberto Benigni è “Amico della Fondazione Pergolesi Spontini”. «Da qui in avanti sono un amico del ‘Pergolesi’ e un amico di Jesi»

Roberto Benigni nell’albo degli “Amici della Fondazione Pergolesi Spontini”.
Il Premio Oscar: «Sono onorato di questo dono inaspettato e improvviso, è una sorpresa lietissima. Da qui in avanti sono un amico del ‘Pergolesi’ e un amico di Jesi»

“Da qui in avanti sono un amico del ‘Pergolesi’ e un amico di Jesi”. Parole di Roberto Benigni al Teatro Pergolesi di Jesi dove lo scorso 7 ottobre ha ricevuto la tessera onoraria di “Amico della Fondazione Pergolesi Spontini”, l’albo che riunisce i sostenitori dell’attività dell’ente teatrale. A consegnarla il sindaco di Jesi e presidente della Fondazione Pergolesi Spontini, Massimo Bacci, l’assessore alla Cultura Luca Butini e l’amministratore delegato della Fondazione, Lucia Chiatti.

Occasione della consegna è stata la seconda giornata del Convegno Internazionale di Studi “Letture dell’Inferno di Roberto Benigni” organizzata dai Comuni di Apiro e di Jesi con relatori di fama internazionale e l’intervento straordinario del Premio Oscar Roberto Benigni, sia a Jesi che al Teatro Mestica il giorno precedente.

Essere “Amico della Fondazione Pergolesi Spontini” significa andare oltre lo status di semplice spettatore, per vivere un rapporto più diretto e partecipato con il Teatro sostenendone in prima persona le attività istituzionali e culturali. Nel ringraziare per il riconoscimento, Benigni ha così commentato: “Io sostengo il Pergolesi – ha esordito Benigni alla consegna della tessera – Grazie! Sono davvero onorato di questo dono inaspettato e improvviso, è una sorpresa lietissima”.

“Siamo lieti felici e onorati di consegnare la tessera in via onorifica di amici della fondazione Pergolesi Spontini al maestro Benigni – ha detto Lucia Chiatti – Per noi è un simbolo dell’innamoramento verso il teatro, e di una passione che riesce a far vibrare le corde più profonde dei nostri cuori”.

2018-10-11T10:53:44+00:00