COLOURS JAZZ ORCHESTRA

La Colours Jazz Orchestra nasce nel 2002 da un’idea di Massimo Morganti, trombonista, compositore e direttore, che riesce a coinvolgere nel progetto i migliori musicisti marchigiani. Con l’obiettivo di proporre sonorità contemporanee ed innovative, il repertorio dell’orchestra da subito si concentra sulle musiche di Maria Schneider, giovane compositrice americana e figura di riferimento della scena musicale di New York, allieva di Bob Brookmeyer e assistente di Gil Evans; viene presentato un approfondito lavoro che si concentra sul suo disco Evanescence. Successivamente il repertorio si arricchisce con le composizioni di Kenny Wheeler, straordinario trombettista e compositore canadese, con il quale l’orchestra collabora stabilmente dal 2003 e con il quale ha partecipato ad alcuni dei più importanti festival musicali italiani (Prato, Verona, Bertinoro, Modena, Gubbio, Fano, Ancona) presentando, oltre alla celeberrima Sweet Time Suite del disco Music for large and small ensamble (eseguita anche con John Taylor al pianoforte), composizioni recenti come la Suite 2005 in prima esecuzione italiana ed arrangiamenti di celebri brani come The man I love e I should care in prima esecuzione assoluta. Nel marzo 2008 incontra Ayn Inserto, giovanissima compositrice americana della scena di Boston attraverso un workshop di composizione e un concerto al teatro La Fenice di Senigallia. Nel giugno 2009 il primo

importante lavoro in studio, Nineteen plus one, (edito da Astarte e Egea) con Kenny Wheeler in veste di solista e compositore. Disco che ha riscosso in breve tempo un notevole successo di critica in Italia e all’estero (da menzionare le 4 stelle date al disco dalla rivista musicale inglese del Guardian). Nell’inverno 2009-2010 l’incontro con l’autore ligure Roberto Livraghi (firma di celebri brani degli anni ‘60 come Quando m’innamoro e Coriandoli) porta all’incisione di un disco di suoi brani arrangiati appositamente per l’Orchestra dal titolo Quando m’innamoro… in Jazz uscito per l’etichetta Egea. Di prossima uscita il nuovo cd Home Away From Home con musiche della giovane compositrice statunitense Ayn Inserto, allieva del grande Bob Brookmeyer e già insegnante al Berklee College of Music di Boston.

La formazione dell’orchestra comprende 5 sax, 4 trombe, 4 tromboni e ritmica (chitarra, pianoforte, contrabbasso, batteria) con l’aggiunta del trombone del direttore Massimo Morganti; tra le file dell’orchestra oltre a validi jazzisti attivi da anni sono presenti giovani musicisti emergenti a livello nazionale.

Calendario Eventi

<< Gennaio 2020 >>
lmmgvsd
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2

La Fondazione informa

Recent Posts

“Tutto il mondo è un teatro e tutti gli uomini e le donne non sono che attori”

William Shakespeare