Christophe Rousset©Eric Larrayadieu

Christophe Rousset
Clavicembalista, Direttore d’Orchestra e Musicologo 

Fondatore dell’ensemble Les Talens Lyriques, Christophe Rousset è un mirabile musicista e direttore d’orchestra specializzatosi nel repertorio classico e barocco. Interessato da sempre all’archeologia, Rousset ha indirizzato la sua passione per la ricerca sulla musica del passato. Il suo marchio inconfondibile da archeologo della musica lo ha portato a scoprire e a ridare vita a molte composizioni dimenticate del repertorio.

Cresciuto a Aix-en-Provence, Christophe Rousset ha sviluppato una vera e propria passione per l’estetica barocca. Partecipando alle prove del Festival d’Art Lyrique, egli ha sviluppato una vera e propria passione per l’opera e per la scena, una passione che non lo ha mai abbandonato.

All’età di tredici anni Rousset inizia gli studi di clavicembalo. Ha studiato alla Schola Cantorum di Parigi dove è stato formato da Huguette Dreyfus. In seguito si è trasferito al Conservatorio Reale dell’Aja per studiare con Bob van Asperen. A ventidue anni Rousset ha vinto il primo premio ed il premio del pubblico al Settimo Concorso di Clavicembalo di Bruges (1983).

Le performance di Christophe Rousset al clavicembalo hanno presto attratto l’attenzione della critica internazionale e delle case discografiche. Rousset ha fatto parte di orchestre come Les Arts Florissants e Il Seminario Musicale, ma nel 1991 decide di creare il suo ensemble, Les Talens Lyriques. Trasmettendo il suo entusiasmo, sia come direttore d’orchestra sia come archeologo musicale, Rousset si è così imposto tra i più grandi esponenti tra le orchestre che utilizzano strumenti d’epoca e antichi.

Christophe Rousset si è quindi confermato come direttore d’orchestra di talento e musicologo, con un occhio di riguardo per il repertorio vocale e l’opera. Invitato a creare la colonna sonora del film sul famoso castrato Farinelli, Rousset ha ottenuto ulteriore fama ed ha continuato a registrare album per Harmonia Mundi, L’Oiseau-Lyre, Fnac Music, Emi-Virgin, Decca, Naïve e Ambroisie.

Tra le sue maggiori fonti d’ispirazione c’è la musica europea del XVII e XVIII secolo (opere, cantate, oratori, sonate, sinfonie, concerti, suite, …), Rousset ha riscoperto opere a lungo dimenticate come Antigona di Traetta, La Capricciosa Corretta di Martin y Soler, Armida Abbandonata di Jommelli, La Grotta di Trofonio di Salieri, Temistocle di Jean-Chrétien Bach.

Tra le sue registrazioni ci sono opere di François Couperin, Jean-Philippe Rameau, d’Anglebert e Forqueray, nonché la sua interpretazione di opere di J. S. Bach (Partite, Variazioni Goldberg, Concerti per Clavicembalo, le Suite Inglesi e Francesi, Klavierbüchleinfür Wilhelm Friedemann) che sono considerate un vero e proprio riferimento.

Con il suo ensemble Les Talens Lyriques, ha ottenuto grande successo con lo Stabat Mater di Pergolesi, Mitridate di Mozart, le Ouvertures di Rameau e le opere di Lully. Christophe Rousset ha ricevuto premi e riconoscimenti dal governo francese per la sua ricerca nell’ambito della musica classica.

Calendario Eventi

<< Dicembre 2019 >>
lmmgvsd
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5

La Fondazione informa

Recent Posts

“Tutto il mondo è un teatro e tutti gli uomini e le donne non sono che attori”

William Shakespeare