Home » Articoli » Rassegna stampa » Atmosfere magiche alla prima del Pergolesi

Atmosfere magiche alla prima del Pergolesi

STAGIONE LIRICA DI TRADIZIONE 2020
Teatro G.B. Pergolesi. Jesi

Corriere adriatico, 19 ottobre 2020
Atmosfere magiche alla prima del Pergolesi
di Giovanni Filosa

C’era l’atmosfera della prima al Teatro Pergolesi di Jesi, che ha inaugurato la 53 esima Stagione Lirica di tradizione con “Suite Italienne” (passo a due su musica di Stravinskij) e “Lesbina e Milo” (intermezzi per musica di Giuseppe Vignola). Un’atmosfera, però, ansiosa, con una domanda: si andrà avanti?
Coinvolge in apertura la “Suite italienne”, con due giovani ballerini, Sasha Riva e Simone Repele, straordinari interpreti e coreografi, che hanno dato la prova della loro lettura dell’anima del racconto musicale e di Pulcinella, figura chiave del folclore napoletano, che aveva animato Stravinskij, che tanto doveva a Pergolesi ma che affermava: “al massimo potevo ripetere Pergolesi con il mio accento personale”.  (…) Poi “Lesbina e Milo”, l’ottima regista Deda Colonna ed il direttore Marco Feruglio hanno, musicalmente e scenicamente (…) coniugato il “flusso serio” con gli intermezzi, mentre la musica accompagnava una visione rovinosa dei teatri abbandonati e distrutti. (…) Alla fine tutti in scena, dagli attrezzisti agli artisti. Il teatro vive grazie a queste figure  indispensabili.

Leggi l’articolo

Torna in cima