ATTIVITA’ E PROCEDIMENTI

MODULO RICHIESTA DI CONCESSIONE D’USO DEL TEATRO G.B. PERGOLESI DI JESI

MODULO RICHIESTA DI CONCESSIONE D’USO DEL TEATRO G.B. PERGOLESI DI JESI (PIANTA RIDOTTA) 

La disciplina riguardante invece l’acquisto dei beni e servizi funzionali all’attività dell’Ente varia in ragione dei limiti di spesa e precisamente:

  • per importi superiori a Euro 40.000,00 trova applicazione il Codice Appalti, salva eventuale esenzione specifica per le attività di natura artistica, e pertanto si farà ricorso al bando pubblico. Per quanto concerne l’affidamento ad evidenza pubblica, su indicazione del Direttore Generale, viene individuato un responsabile del procedimento e viene nominata la commissione che aggiudicherà la fornitura.
  • per importi inferiori a Euro 40.000,00, a seconda che la spesa riguardi il settore tecnico amministrativo o il settore tecnico/artistico, il Direttore Generale può operare mediante affidamento diretto, ai sensi dell’art. 36, comma 2, lettera a, del D.lgs. 50/2016, salvo l’eventuale approvazione di spesa da parte del CDA. Unica deroga è costituita dagli affidamenti a contenuto artistico (scene, costumi, luci, ecc.). La necessità di fornirsi da materiali specifici viene attestata dal Direttore Generale sulla base di esigenze registiche e di

In ogni caso la procedura ad oggi adottata prevede:

  • in caso di fornitura/servizio il cui prezzo complessivo presunto dei beni/servizi risulta compreso fra 20.000 € e 40.000,00 € che siano reperiti 3 preventivi/offerte;
  • in caso di fornitura/servizio il cui prezzo complessivo presunto dei beni/servizi risulta compreso fra 5.000 € e 20.000 € che siano reperiti 2 preventivi/offerte;
  • in caso di fornitura/servizio il cui prezzo complessivo presunto dei beni/servizi risulta < 5.000 € che si possa operare mediante affidamento diretto, fornendo il preventivo dell’impresa, che attesta la congruenza del prezzo e pertinenza dell’acquisto medesimo alla finalità perseguita, anche alla luce di apposite indagini di mercato intraprese dal richiedente.

In taluni casi, di cui viene fornita apposita motivazione, si può verificare l’esistenza sul mercato di un unico soggetto idoneo ad effettuare la fornitura/servizio, data la specificità dello stesso.

Contratti di collaborazione e consulenza con professionisti

Per l’affidamento di incarichi a consulenti esterni continuativi a durata, procedura in capo al CDA e coadiuvata dal Direttore Generale, i principi attuati sono i seguenti:

  • entro i 5.000,00 complessivi di spesa si può procedere anche con affidamento diretto;
  • per contratti che complessivamente superano i 5.000,00 euro, si provvede a dare evidenza pubblica alla richiesta, con pubblicazione sul sito web www.fondazionepergolesispontini.com, nella sezione “Amministrazione trasparente” alla voce “Bandi di gara e contratti” dell’avviso di selezione (per almeno 15 gg, salvo diversa disposizione);

L’Ente sarà ovviamente libero di invitare anche professionisti da lei stesso individuati. Verranno di volta in volta determinate delle commissioni per la scelta del consulente sulla base dei predetti principi. Sarà compito del Direttore Generale verificare che il consulente non sia in conflitto di interessi (rispetto all’incarico che va ad assumere e alla dichiarazione di altri incarichi). Il contratto verrà poi formalizzato in forma scritta e dovrà contenere la clausola di rispetto del codice etico e delle procedure anticorruzione. I contratti sono a termine e non potranno esser prorogati tacitamente.

Calendario Eventi

<< Aprile 2021 >>
lmmgvsd
29 30 31 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 1 2

La Fondazione informa

Recent Posts

“Tutto il mondo è un teatro e tutti gli uomini e le donne non sono che attori”

William Shakespeare