Il matrimonio con Celeste Erard

Il 3 agosto 1811 Spontini, che allora aveva trentasette anni, sposa Maria Caterina Celeste Erard. Nata a Parigi il 10 luglio 1790, era figlia di Giovanni Battista e nipote di Sebastiano Erard, noti costruttori di arpe e pianoforti. Il matrimonio fu particolarmente gradito all’imperatrice Giuseppina, tanto è vero che l’atto notarile che regolava i rapporti economici tra i due sposi, fu firmato da “Joséphine “. Pur rimanendo nella sua ombra, Celeste ebbe un ruolo importante nella vita artistica del musicista, tanto che lui gli dedicò la sua più grande opera, Agnes von Hohenstaufen. I coniugi Spontini non ebbero figli, ma questo non incrinò mai i loro rapporti d’affetto e d’armonia; portò invece come conseguenza l’istituzione di molte opere benefiche a favore di Jesi e Maiolati. Alla morte di Spontini, Celeste continuò l’amministrazione delle Opere Pie, rivelando la sensibilità e l’amore che nutriva per il suo amato consorte e per il piccolo paese che accoglieva la sua tomba. Lei, che era abituata alla vita lussuosa e raffinata delle corti europee, ebbe sempre nel cuore il desiderio di vivere a Maiolati, in questo piccolo paese in mezzo alla gente umile, ma sincera. Questa frase testimonia questo sentimento: “L’immensa città di Londra è… meravigliosa… Ora se io n’avessi la scelta, prenderei più volentieri la mia casuccia di Majolati, che un palazzo in questa prima capitale del mondo “.

Calendario Eventi

<< febbraio 2017 >>
lmmgvsd
30 31 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 1 2 3 4 5

La Fondazione informa

Recent Posts

“Tutto il mondo è un teatro e tutti gli uomini e le donne non sono che attori”

William Shakespeare